A chi rivolgersi quando si scopre che qualcuno è tossicodipendente

 

Nel momento in cui vi rendete conto che qualcuno di vostra conoscenza ha una dipendenza, una serie di domande sorgono spontanee:

“Dovrei dirlo a qualcuno? Dovrei dir loro qualcosa? Sono affari miei?” 

Cosa si fa quando qualcuno che conosciamo ha una tossicodipendenza?

La tossicodipendenza

La tossicodipendenza è una condizione devastante che ha molte sfaccettature. La persona dipendente, i suoi amici e la sua famiglia si trovano con una sensazione di tradimento e umiliazione. Essa riduce la persona ad uno stato di schiavitù in cui le catene sono rappresentate da una siringa, da una pillola o da una bottiglia.

Sebbene alcune persone potrebbero scrollarsi di dosso il problema con una frase del tipo: “è un problema solo suo” o giudicare la persona dipendente per non essere in grado di smettere, la situazione non è così semplice. Le droghe sono sostanze estremamente potenti la cui natura stessa ipnotizza chi ne fa uso e lo intrappola con delle apparenti sensazioni di piacere.

Ci sono più morti e disabilità provenienti dall’abuso di sostanze che da qualsiasi altra causa. Ogni italiano paga un gran ammontare di soldi ogni anno per ripagare o arginare i danni della dipendenza. Vi sembra un problema che riguarda solamente i tossicodipendenti? O si può fare qualcosa a riguardo?

Quindi, cosa fare?

La prima cosa da fare è di stabilire se tale persona ha effettivamente una tossicodipendenza. Questo può essere arduo, specialmente nelle prime fasi. Uno dei tratti che distingue il tossicodipendente è che è molto bravo a nascondere la sua dipendenza, persino a se stesso. Verificate la presenza dei seguenti segnali per la dipendenza da droghe:

  • Cambiamenti di comportamento, come gravi cambiamenti d’umore.
  • Cambiamenti nelle abitudini del sonno, come rimanere svegli tutta la notte o dormire tutto il giorno.
  • Isolamento sempre maggiore, poca volontà di presentarsi ad occasioni sociali o ad altre attività a cui solitamente è interessato.
  • Sembra avere continui problemi di soldi.
  • Non riesce ad adempiere ai suoi impegni o a mantenere le sue promesse.
  • Cambiamenti fisici come ad esempio occhi iniettati di sangue o aspetto poco tenuto.

 

La prossima cosa da fare è informarsi.  Scoprite di più riguardo alla dipendenza, specialmente riguardo alla sostanza verso cui è dipendente.  Ogni sostanza ha rischi e conseguenze specifiche che è bene conoscere per poter aiutare la persona al meglio.  Per saperne di più potete visitare questa pagina: http://www.narcononprevenzione.it/droga/tipi-di-droga/

 A chi rivolgersi: centri Narconon

Ci sono un numero di persone a cui ci si può rivolgere per aiuto, persone con esperienza e comprensione.  È difficile aiutare qualcuno a smettere di usare droghe se si è da soli.

Potete parlare ad un membro della famiglia, ad un insegnante, ad un consulente o ad un leader religioso.

La cosa importante è non mollare mai. Continuate a cercare aiuto fino a che qualcuno vi ascolterà.

Se qualcuno che amate ha questo problema aiutatelo. Per maggiori informazioni contattate l’Associazione Narconon Sud Europa e visitate il nostro sito www.narcononsudeuropa.org.

team narconon

Fonte: http://stopaddiction.com/blog/who-to-go-to-when-someone-you-know-has-an-addiction/